Al via la promozione dei libri italiani all’estero

La creazione di un portale multilingue, da un anno e mezzo, per promuovere l’editoria italiana all’estero, è un esempio dell’inversione di tendenza. Come sottolinea Paolo Grossi, ” La particolarità del sito, chiamato newitalianbooks, è che è supportato dagli stessi editori, che caricano titoli in italiano e inglese ».

Le iniziative europee in questa direzione sono numerose: oltre alla Germania e, più recentemente, Francia, Paesi Bassi, Polonia e Svezia, ad esempio, anche loro dispongono di questi strumenti.

Il Ministero degli Affari Esteri italiano al lavoro

Laura Bugno, scrittrice che lavora anche per il Dipartimento di Stato, rileva che il programma ” Il supporto alla traduzione è stato implementato negli ultimi due anni ».

NEWITALIANBOOKS: L’ITALIA IN CERCA DI EXPORT

Il panorama dell’assistenza in Italia è molto vario: c’è il sostegno del Ministero degli Affari Esteri, i premi per la traduzione del Ministero della Cultura e quelli del Centro per il Libro e la Lettura (Cepell).

Laura Bugno rileva che nel 2021 il totale delle sovvenzioni dei ministeri, tra sovvenzioni e prezzi, è stato di 520mila euro (negli anni precedenti si andava da 300mila a 4 milioni di euro).

Quest’anno sono pervenute richieste di questa assistenza da 54 paesi diversi, tra cui Iran, Turchia e Oceania”, Aree interessate per la prima volta alla letteratura italiana ».

Sybil aiuto

Cepell sostiene anche l’export di libri italiani, che si è concretizzato in un bando straordinario per la traduzione di libri italiani all’estero per un importo complessivo di 600.000 euro. Questo invito è diventato subito mainstream, il che non è un passo da poco.

«ConnessioneIl presidente di Cepell Angelo Piero Capello spiega,Rivolto agli editori italiani che possono dimostrare di aver concordato una traduzione con un editore straniero e ricevere così un finanziamento per coprire i costi di traduzione.».

READ  Come spiega la scienza questo fenomeno? Abbiamo intervistato il biologo marino Julien Dubreuy

Un secondo bando, per fondi nel 2021, finanzia progetti di traduzione per un importo complessivo di 500.000 euro: l’investimento complessivo di Cepell supera così il milione di euro. Inoltre, è in cantiere un altro progetto, una residenza estiva per traduttori e una scuola di traduzione che si svolgerà il prossimo luglio nella regione del Lago di Garda.

Le lingue prioritarie, visti i futuri impegni dell’Italia alla Fiera del Libro di Parigi e alla Fiera di Francoforte, saranno il francese e il tedesco.

Misure importanti, ma non bastano

Gli editori italiani, gli agenti letterari e gli aventi diritto sono felici di questi grandi successi del Ministero e di Cepell. Tuttavia, ci sono ancora alcuni miglioramenti da apportare, come la definizione dei criteri in base ai quali viene assegnato il finanziamento a un determinato testo, ha osservato Paola Piccioli di El Molino Publishing.

O le difficoltà amministrative e burocratiche incontrate dagli editori italiani. Infine, secondo l’agente letterario Irene Pepsilo (Agenzia Sosia & Pistoia), è difficile controllare efficacemente la produzione e la diffusione dei testi all’estero.

Tuttavia, un primo brillante passo per promuovere il libro italiano all’estero è stato compiuto: gli sforzi delle istituzioni sembrano andare nella giusta direzione.

DOSSIER- Fiera del Libro di Torino 2021, Gran Salto!

Credito immagine: ActuaLitté, CC BY SA 2.0

Tags from the story
, , , ,
Written By
More from Fiore Capone

La partita tra Italia e Argentina si giocherà a giugno

Italia e Argentina si affronteranno nel giugno 2022, in una resa dei...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *