Bennett annuncia un’importante campagna per quadruplicare la popolazione delle alture del Golan

Il primo ministro Naftali Bennett ha annunciato lunedì che il governo intende aumentare significativamente il numero di persone che vivono nelle alture del Golan e ha sottolineato che l’amministrazione Biden continua a riconoscere l’altopiano settentrionale come territorio israeliano.

Parlando alla conferenza Makor Rishon Golan di Haspin, un moshav noto come Hispin, Bennett ha affermato che entro sei settimane il governo presenterà un piano per aumentare significativamente la popolazione, compresa la costruzione di due nuove comunità.

L’obiettivo finale, ha detto, è raggiungere i 100.000 residenti, quasi quattro volte l’attuale popolazione di 27.000.

“Le alture del Golan sono israeliane, punto”, ha detto Bennett tra gli applausi.

Descrivendo il Golan come un “obiettivo strategico”, ha detto, “Il nostro obiettivo è raddoppiare la popolazione delle alture del Golan e poi raddoppiare di nuovo il loro numero”.

Bennett ha indicato che l’amministrazione Biden ha adottato il riconoscimento delle alture del Golan come israeliano da parte dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

“Esattamente 40 anni fa, il governo di Israele guidato da Menachem Begin prese una decisione incredibilmente coraggiosa e importante: applicare la legge israeliana alle alture del Golan”, ha detto Bennett. “Quasi tre anni fa, siamo stati informati di un altro importante sviluppo: la decisione della precedente amministrazione statunitense di riconoscere le alture del Golan come parte di Israele – una percezione che l’attuale amministrazione ha abbracciato”.

Nel 2019, Trump ha riconosciuto la sovranità israeliana sull’altopiano strategico, che Israele ha catturato dalla Siria nella Guerra dei sei giorni del 1967 e successivamente annesso con una mossa non riconosciuta dalla più ampia comunità internazionale. Nuovo nome della città Trump HeightsSuccessivamente è stato installato nel Golan in onore del passaggio del presidente americano.

READ  Terremoto Creta: aperta la piattaforma per le richieste di assistenza finanziaria ai terremotati

Uno striscione presso la comunità che porta il nome del presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel villaggio di Kela Alon nelle alture del Golan, 7 novembre 2019 (David Cohen/Flash90)

A seguito delle voci a giugno secondo cui l’amministrazione Biden stava pianificando di invertire il riconoscimento, Fare storie in IsraeleUn portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato: “La politica degli Stati Uniti sul Golan non è cambiata e le notizie contrarie sono sbagliate”.

In precedenza, a febbraio, il segretario di Stato americano Anthony Blinken aveva affermato che Israele deve continuare a controllare la regione Il dittatore Bashar al-Assad è da tempo al comando in Siria, aggiungendo che “in termini pratici, il Golan è molto importante per la sicurezza di Israele”.

Ma Bennett ha detto nel suo discorso alla conferenza che “la nostra posizione sulle alture del Golan non ha nulla a che fare con la situazione in Siria”.

“È vero che le atrocità avvenute lì un decennio fa hanno convinto molti in tutto il mondo che forse questo pezzo di terra bello e strategico è meglio nelle mani degli israeliani, e che è meglio che sia verde e fiorente di altri ,” Egli ha detto.

“Anche in uno scenario in cui, come potrebbe accadere, il mondo cambia atteggiamento verso la Siria o verso Assad, ciò non avrà un impatto sulle alture del Golan”, ha aggiunto Bennett, sottolineando la sovranità israeliana sull’altopiano.

Bennett ha anche affermato che Israele sta “seguendo da vicino e da vicino” gli sviluppi in Siria e il riavvicinamento di quel paese all’Iran.

Ha detto che l’Iran, attraverso i suoi delegati in Siria, “sta cercando di stabilire un altro esercito ai confini delle alture del Golan. Continueremo ad agire quando necessario e quando necessario, in modo proattivo e quotidiano, fino alla presenza iraniana in La Siria crolla”.

READ  I ricercatori CWI sviluppano un'intelligenza artificiale efficiente dal punto di vista energetico che rileva i difetti cardiaci - IT Pro - Notizie

“Non hanno alcun interesse ad essere lì”, ha continuato Bennett. Le loro avventure devono finire al nostro confine settentrionale. “

I commenti del primo ministro sono arrivati ​​giorni dopo che un attacco aereo attribuito a Israele ha preso di mira una base aerea nella Siria centrale, uccidendo combattenti stranieri alleati con Damasco e ferendo diversi membri del servizio siriano. Lo ha affermato l’Osservatorio siriano per i diritti umani Due stranieri sono stati uccisi nel raid di venerdì sulla base aerea T-4, ma la loro nazionalità non era immediatamente chiara.

L’attacco ha preso di mira un deposito di droni alla base, secondo War Monitor, un’organizzazione di opposizione filo-siriana con sede nel Regno Unito con finanziamenti incerti.

I media statali siriani hanno confermato che un “barile di missili” ha colpito l’aeroporto. Un portavoce dell’IDF, contattato dall’AFP, ha detto che l’esercito non commenta i resoconti dei media stranieri.

Dallo scoppio della guerra civile siriana nel 2011, Israele ha lanciato centinaia di attacchi contro obiettivi militari legati all’Iran in Siria, ma raramente riconosce o discute queste operazioni.

Israele teme il trinceramento dell’Iran al confine settentrionale e ha ripetutamente bombardato strutture collegate all’Iran e convogli di armi destinati a Hezbollah.

Il personale e le agenzie di Times of Israel hanno contribuito a questo rapporto.

Impara l’ebraico in un modo divertente e unico

Hai la notizia di Israele… ma tu? Ottenere Lui lei? Ecco la tua occasione per capire non solo il quadro generale che trattiamo in queste pagine, ma anche Dettagli critici ed emozionanti della vita in Israele.

in un Ebraico Streetwise per The Times of IsraelOgni mese impareremo molte frasi ebraiche colloquiali su un argomento comune. Queste sono lezioni audio di ebraico di piccole dimensioni che pensiamo ti piaceranno molto.

READ  La Grecia apre il primo campo "chiuso" per richiedenti asilo

Per saperne di più

Per saperne di più

sei già un membro? Accedi per non vederlo più

sei serio lo apprezziamo!

Ecco perché veniamo a lavorare ogni giorno – per fornire ai lettori più esigenti come te una copertura imperdibile di Israele e del mondo ebraico.

Finora abbiamo una richiesta. A differenza di altre testate giornalistiche, non abbiamo messo in atto un paywall. Ma poiché il giornalismo che facciamo è costoso, invitiamo i lettori che The Times of Israel è diventato importante per aiutare a sostenere il nostro lavoro unendosi La comunità di Times of Israel.

Per soli $ 6 al mese, puoi aiutare a sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel Annunci gratuiti, così come l’accesso a contenuti esclusivi disponibili solo per i membri della comunità di Times of Israel.

Unisciti alla nostra community

Unisciti alla nostra community

sei già un membro? Accedi per non vederlo più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *