Calcio: accordo Feignies-Aulnoye: Bangaly Diawara firma contratto con il club professionistico italiano, Sassuolo

L’accordo Feignies Aulnoye, che include tre squadre a livello nazionale, cosa estremamente rara per un club dilettantistico, sta ricevendo sempre più attenzione grazie ai suoi risultati eccezionali. Inoltre, sono sempre di più i club professionistici interessati al Sambriano.

Tutto nasce dal talento dei giocatori, certo, ma i risultati arrivano anche dagli educatori sportivi. “Ogni giorno cerchiamo di aiutare i giovani a percorrere le fasi tecniche, atletiche, tattiche e soprattutto mentali. Quindi alterniamo feedback visivi individuali/collettivi per comprendere le aspettative ed essere consapevoli della progressione di ciascuna, azione tattica per linea, giochi, azione sportiva, lavoro di stazione e soprattutto mentre ci prendiamo il tempo per scambiare con i giocatori. Per il bene di tutti. La partenza di un nostro giocatore può sembrare una mazzata al momento (soprattutto qui a fine ottobre) ma è anche soddisfacente, perché anche se il primo merito ovviamente è del giocatore, ci diciamo che abbiamo giocato un piccola parte nel rendere le cose possibili.Si riferisce all’allenatore della nazionale under 19, Bastien Riegler.

Molti giocatori dell’EFAFC sono entrati a far parte dei centri di formazione di club professionistici. Sofiane e Logan si sono uniti al VAFC, JRenson all’ESTAC, poi si è unito al club italiano Hellas Verone, o anche Enzo è partito per l’AS Nancy. “Adesso tocca a Bangali seguire i compagni. diventa 5NS Un giocatore della generazione del 2003 e in crescita tra i cittadini con noi per entrare in un club professionistico, il Sassuolo, un clubtempo Divisione Campionato Italiano. A volte è difficile per un insegnante vedere i propri oggetti migliori volare in un altro cielo, ma in EFAFC la pensiamo diversamente. In effetti, facciamo del nostro meglio per aiutare i nostri giovani a fare passi avanti, lavorare sodo e quindi candidarsi per entrare a far parte di club professionistici, i sogni dei nostri giovani.. “

READ  Il telescopio James Webb si prepara per il suo ultimo volo

Abbiamo avuto l’opportunità di intervistare Bangali Diawara al telefono. E sì, è andato lì per una settimana per il processo e non è più tornato. Questo è un talento.

Perché ha scelto l’accordo Feignies-Aulnoye quasi tre anni fa?

Ho scelto il Feignies-Aulnoye perché è un club che permette ai giovani di avanzare molto, che si sta sviluppando nelle 17th e 19 Nazionali, campionati ad altissima visibilità nella speranza di sfondare nel calcio. Quando sono arrivato, sono stato molto ben accolto. C’è una buona atmosfera ma mi ci è voluto un po’ per adattarmi per capire i requisiti, le tattiche e le aspettative…

Da quanti anni hai suonato all’Entente Feignies-Aulnoye? Quanti gol hai segnato? In che ambito sei migliorato?

È rimasta per due anni e mezzo e ha segnato 15 gol in 25 partite nazionali. Penso di aver fatto molti progressi nell’applicazione dello schema tattico, nelle mie qualità di gara offensive, nei miei piazzamenti e nelle mie alternative ma anche in termini di lucidità sotto porta.

Quali sono i tuoi ricordi più belli? E cosa c’è di peggio?

I miei ricordi peggiori sono dentro di me nell’U17 dove ho giocato non nelle Nazionali ma nella R2. I ricordi più belli sono prima di tutto il mio doppio gol contro l’Amiens nella Jean Leroy Challenge che ha poi permesso alla squadra di raggiungere la finale a Clairefontaine. E poi, nei bei ricordi, c’è la fiducia data dal mio allenatore Bastien Riegler. Non posso ringraziarlo abbastanza. Al-Wefaq mi ha dato molto, con Johan Jacquesson, il mio allenatore dell’U17, e Bastian Riegler, mio ​​allenatore dell’U19 per due anni. C’erano, sia in campo che fuori. Sono stati come un secondo padre per me.

READ  Petrucci è triste perché gli è stato negato l'addio al pubblico italiano

Come è avvenuto questo incontro con il club italiano del Sassuolo?

Ho segnato contro grandi squadre, contro Lens, PSG, contro Drancy, la migliore squadra dilettantistica del nostro torneo. Gioco sempre duro in ogni partita, ma nelle grandi partite mi supero. Questa è una delle mie grandi qualità. Dopo la mia buona esibizione, il mio agente mi ha mandato lì per un’audizione per una settimana. L’accoglienza è stata buona e la prova decisiva. Mi è stato offerto un contratto, che ho accettato e firmato.

Hai esitato a firmare lì?

Sì, ho esitato. La barriera linguistica mi spaventa, e quindi ero d’accordo. Ma il mio desiderio di entrare in un club professionistico era più forte. Sono molto determinato ad avere successo. Sono partito con il cuore pesante perché sto lasciando andare le persone a cui tengo così tanto ed è una partenza frettolosa. Speravo di essere lì contro Kane per salutare i miei compagni di squadra, i miei allenatori e tutti i dirigenti.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Lì gioco con le nazionali U21. Ma voglio entrare nella prima squadra del Sassuolo. Voglio essere un giocatore professionista, voglio diventare una star.

Chi è il giocatore a cui ti ispiri?

Ci sono due tipi che mi ispirano molto e, fortunatamente, sono entrambi attaccanti. Sono Lukaku e Ronaldo (CR7).

Su cosa devi lavorare per desiderare di poter fare qualcosa lì?

Ho ancora molte aree di miglioramento. Devo essere più efficiente e un killer sotto porta.

Rimarrai in contatto con i tuoi ex colleghi e allenatori?

Continuerò a monitorare le prestazioni ei risultati dell’accordo. Sono sempre in contatto con i miei compagni di squadra e ho regolarmente il mio allenatore Bastian al telefono.

READ  La carta del clima di Glasgow approvata nonostante il cambiamento tardivo nell'uso del carbone
Written By
More from Fiore Capone

Inter solido terzo posto dopo aver battuto l’Udinese

Joaquin Correa, ha segnato due gol per l’Inter contro l’Udinese per vincere...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *