Claudio Ranieri: La politica di licenziamento di Watford è stata giustificata quando gli Hornets hanno nominato il loro 16esimo manager permanente in 10 anni? | notizie di calcio

Con il Watford che ha nominato Roy Hodgson come allenatore permanente numero 16 in meno di 10 anni, gli Hornets hanno ragione a tirare la marea quando le cose iniziano a muoversi verso sud?

La politica di reclutamento “em-fire” di Watford si è guadagnata parecchi fan in tutto il gioco inglese. Prima che Claudio Ranieri avesse la possibilità di fare il suo primo allenamento dopo l’appuntamento di ottobre, erano già state fatte battute su quanto tempo sarebbe rimasto nel bunker di Vicarage Road.

Non è una novità: il ridicolo ha preso di mira gli Hornets dalla sua prima campagna di promozione nel 2014/15, quando erano guidati da ben quattro allenatori diversi.

Non è stata una grande sorpresa che le risposte ingannevoli di Ranieri non fossero lontane dalla verità. Tre mesi e mezzo dopo, è tornata al punto di partenza, con Hodgson che mantiene la prima posizione fino alla fine della stagione.

Ranieri ha persino previsto la sua morte quando gli è stato chiesto del licenziamento di Rafa Benitez all’inizio di questo mese e ha detto: “Potresti non essere abituato a questo in Inghilterra, ma in Italia cambiano manager come comprano il gelato”.

Immaginate che il proprietario italiano del Watford Gino Pozzo non abbia comprato molti gelati alla base di allenamento di Colney a Londra questo mese, ma la sua propensione a licenziare i manager dipende meno dal tempo. Il suo incontro di uscita con Ranieri domenica è stato l’undicesimo licenziamento da quando ha rilevato il club nel 2012.

L’età media di un allenatore di Vicarage Road all’epoca era di 255 giorni, 27 giorni in meno rispetto alla stagione della Premier League 2021/22.

Ma a causa di quegli appuntamenti e delle carenze, il Watford è stato promosso due volte in Premier League e ha trascorso sei delle ultime sette stagioni giocando a calcio di alto livello, un record che può essere paragonato solo ai giorni nobili del primo periodo di Graham Taylor negli anni ’80. Quattro decenni dopo, Elton John rimane, la figura leggendaria nella storia del club.

“Molte persone sono critiche nei confronti del modo in cui il Watford assume le carrozze dei vigili del fuoco, ma devi dire che, dal loro punto di vista, pensano che sia qualcosa che funziona per loro”, ha detto. Sky Sport Notizie Il capo inviato Cafe Solhkoll con lo scoppio della notizia del licenziamento di Ranieri.

READ  Andre Onana si rifiuta di allungare e si avvicina all'Italia

“L’allenatore non è responsabile della strategia di assunzione, ha dato giocatori con cui lavorare e, se ci riesce, mantiene il suo lavoro e, se non lo fa, perde il lavoro”.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Claudio Ranieri ha augurato buona fortuna ai giocatori e allo staff del Watford dopo aver lasciato il campo di allenamento dopo essere stato esonerato.

Molti dei critici di Watford sottolineano i vantaggi della stabilità, che è spesso un bene sottovalutato nel calcio, come attestano i progetti a lungo termine di Brentford e Brighton. Ma il relativo successo di Watford sotto Pozzo si rivela vincente agli occhi di questi critici?

Watford ha di solito sconfessato il suo desiderio di cambiamento

Molti allenatori guadagnano un “rimbalzo da nuovo allenatore” dopo aver rilevato i club, ma se questo duri a lungo è diventato argomento di dibattito anche per la comunità scientifica. Uno studio della Warwick Business School, utilizzando i dati della Premier League, ha concluso che tra le 12 e le 18 partite dopo una nuova data, qualsiasi miglioramento dei risultati svanisce.

Lo stesso non si può dire di Vicarage Road. Dei 12 allenatori assunti da Pozzo – non tra questi Oscar Garcia o Billy McKinley, i cui brevissimi regni sono terminati per motivi non calcistici – otto hanno supervisionato il conteggio dei punti del club a partita nei primi 20. Una partita in carica, rispetto alle 20 partite prima che prendessero il comando.

L’unico avvertimento arriva sotto forma di Vladimir Ivic, i cui predecessori gestivano la Premier League mentre guidavano il Watford nel torneo contro un avversario minore. Tuttavia, nel corso del decennio e dei 10 allenatori che hanno giocato 20 partite al timone, un miglioramento di 0,27 punti a partita si traduce in 10 punti a stagione. Dati i margini spesso buoni tra sopravvivenza e retrocessione dalla Premier League, è probabile che questo conteggio si riveli significativo.

“A volte i giocatori hanno bisogno di quel tipo di circostanze per dare loro quella percentuale in più per mettersi alla prova di nuovo”, ha detto l’ex portiere del Watford Rene Gilmartin, che ha lavorato sotto sei degli incarichi di Pozzo. Sky Sport.

“certamente [keep players on their toes]. Non posso fingere di aver giocato molte partite al Watford, ero un personaggio nello spogliatoio e una parte di quel lato.

READ  Sfakia - Una coppia olandese persa sotto la pioggia - salvata dai vigili del fuoco

“Penso che i giocatori, soprattutto stranieri, vengano per provare a farsi carriera in Inghilterra: quando arriva un nuovo allenatore, sanno che devono mettersi alla prova di nuovo e penso che questo abbia un ruolo”.

Problema nello spogliatoio del power player?

Se i giocatori del Watford ottengono un supporto significativo da una nuova faccia in panchina – e i risultati suggeriscono sicuramente che è così – solleva anche domande sul motivo per cui hanno bisogno di adulare a intervalli regolari. La politica di Watford, come ha detto uno dei dirigenti Sky Sport Notizieè: “Quando le cose vanno male in campo, non speriamo in un cambiamento, facciamo un cambiamento”.

Quattro dei 10 allenatori licenziati da Pozzo hanno segnato meno di 0,5 punti a partita nelle ultime cinque partite. La prospettiva a breve termine del club si perpetua consentendo ai giocatori di impadronirsi degli strumenti, sapendo che qualsiasi allenatore è una brutta via di fuga dal sacco? Alex Neal, l’ex allenatore di Norwich e Preston, la pensa così.

Raccontare Sky Sport Notizie: “La difficoltà che hai, quando lavori come allenatore, vuoi essere la persona più forte del club in termini di decisioni chiave, in termini di come lavori.

“Al Watford, l’allenatore è la persona più debole del club. Se poi inizi a prendere grandi decisioni e ad irritare alcune persone, cosa che a volte deve succedere, la difficoltà che hai è che i giocatori sanno se sono fuori gioco. Perché un po’ e se ne andrà male, il manager andrà e verrà il prossimo”.

Ciò non significa che lo stile di Watford non funzioni, poiché il suo mandato in Premier League dimostra il suo successo. Ma ci sono considerazioni valide da sottolineare sulla scarsa reputazione di Pozzo di nominare un allenatore che può suscitare rispetto a lungo termine sia nello spogliatoio che in sala del consiglio – o idealmente, entrambi.

I problemi del Watford sono al di là dell’allenatore?

Dato che i risultati del Watford in generale giustificano la loro decisione di cambiare allenatore, perché sono sulla buona strada per tornare direttamente in campionato con il loro secondo touchdown in tre anni? Una difesa della strategia manageriale del Watford è che il reclutamento dei giocatori è quasi sempre fatto lontano dall’allenatore, ma questa potrebbe effettivamente essere la preoccupazione più urgente del club.

READ  30 besten Bastone Telescopico Autodifesa getestet und qualifiziert

Andando avanti, pochi potrebbero chiedersi la potenza di fuoco degli Hornets, dato che il gol di Emmanuel Dennis è stato tra i migliori del campionato in questa stagione e Ismail Sarr si è sposato con il Liverpool solo la scorsa estate.

xxx

All’altro capo del campo di gioco, purtroppo, mancava l’investimento. Anche quando le cose sembravano rosee durante la vittoria della prima giornata contro l’Aston Villa, quattro dei cinque in difesa facevano parte della squadra che ha subito 64 gol nell’ultima stagione di retrocessione.

Alcuni in tutto il club considerano il trasferimento gratuito di Nicolas Nkolo a ottobre come il loro miglior difensore, il che la dice lunga considerando che ha trascorso tre mesi senza un pareggio prima di essere selezionato dagli Hornets. I suoi 40 gol nelle prime 20 partite suonano più forti, compresi i tre di venerdì contro una squadra del Norwich che in precedenza aveva segnato solo 10 in tutta la stagione.

Questo è stato, comprensibilmente, abbastanza per vedere Ranieri ottenere lo stivale, ma indica i problemi fondamentali che gli Hornets hanno cercato di affrontare con l’arrivo del terzino sinistro Hassan Camara e dell’esterno Samir a gennaio. Il fatto che entrambi abbiano giocato in quella fatidica sconfitta fa ben poco a suscitare ottimismo per la squadra, definita “talenta” nel comunicato che annunciava l’addio di Ranieri, potrebbe essere ringiovanita da qualsiasi allenatore per rimanere in Premier League.

“Se stiamo cercando di aggiungere un altro corpo alla squadra, è probabile che un altro difensore centrale per supportare la difesa sia in cima alla nostra lista dei desideri come fan del Watford”, Mike Barkin del Team Detto podcast di Rookery End Sky Sport Notizie Anche prima del disastro di Norwich. “Siamo stati bravi ad andare avanti, ma abbiamo davvero faticato sulla difensiva, quindi le reclute extra potrebbero essere molto vitali”.

Mentre il nuovo capo Hodgson è un incaricato di alta qualità e un manager con molta esperienza nel tirare fuori le squadre dall’orlo del baratro, la finestra di trasferimento al Watford è forse più importante nella loro battaglia contro la retrocessione – e se il 74enne diventa un altro. Appuntamento a breve termine o meno.

"Amichevole fanatico della cultura pop. Appassionato di caffè. Evil evangelista della musica. Giocatore esasperatamente umile. Ninja della birra."

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

SUPERDRAGONBALLHEROES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.