Cosa ricordare (anche) dal weekend sportivo

NSUi, 15esimo dalla Francia, sabato è riuscito a scrollarsi di dosso il dolore – dagli argentini (29-20) nella prima partita del suo tour autunnale e si è riunito con i suoi fan allo Stade de France.

Sì, Novak Djokovic ha eliminato Daniel Medvedev (4-6, 6-3, 6-3) aggiudicandosi, domenica, il titolo nella finale del Rolex Paris Masters.

Sì, domenica 158 capitani hanno salpato su 79 barche da Le Havre, verso Fort de France, per 15 barche.NS Un’edizione della corsa in due della Transat Jacques-Vabre.

Ma c’erano altre cose che sono successe questo fine settimana che potresti esserti perso.

Tre lezioni del fine settimana

  • Nel pugilato, i titoli, unirai e la data che fisserai
Canelo Alvarez dopo aver sconfitto Caleb Plant all'MGM Grand Garden Arena di Las Vegas, Nevada, il 6 novembre.

“Sarai testimone di qualcosa che ricorderai per molto tempo.” Canelo Alvarez aveva avvertito. Sabato, a Las Vegas (Nevada, Stati Uniti), il pugile messicano ha fatto la storia dopo una battaglia che ha dominato dall’inizio alla fine contro la fabbrica americana di Caleb, K.-O. tecnica in 11NS ripetizione.

Grazie a questo 57NS Vittoria – di cui 39 prima del max – in 60 incontri (due pareggi, una sconfitta), Alvarez aggiunge al suo record di cintura IBF, fino ad allora, la proprietà del suo avversario, nelle WBA, WBC e WBO che già possedeva. Primo supermedio.

All’età di 31 anni, il nativo di Guadalajara è diventato il sesto pugile a entrare nel circuito chiuso dei campioni che sono riusciti a unificare le quattro cinture, dopo l’ucraino Oleksandr Usyk (pesi massimi leggeri) e l’americano Bernard Hopkins (pesi medi), Jermaine Taylor (pesi medi), Terrence Crawford (welter), welter) e Josh Taylor (welter).

  • Pechino 2022 con grazia, si preparerà
READ  Un asteroide delle dimensioni di un grattacielo sta per schiantarsi dalla Terra oggi all'equinozio d'autunno
Gabriella Papadakis e Guillaume Ciceron hanno vinto il Gran Premio d'Italia.

Un ritorno atteso, dopo venti mesi di assenza per la pandemia e le preoccupazioni amministrative sui visti. Gabriella Papadakis e Guillaume Ciceron hanno vinto il primo Gran Premio della stagione a Torino, Italia. I quattro volte campioni del mondo di danza sul ghiaccio si sono preparati per il loro ritorno con un totale di 220,06 punti, a circa sei punti e mezzo dal loro record di novembre 2019.

Proseguono il loro viaggio verso l’obiettivo di vincere la medaglia d’oro olimpica il prossimo inverno a Pechino (4-20 febbraio 2022). “Abbiamo deciso di cambiare i nostri costumi dopo le nostre prime due gare e siamo contenti di questa scelta. La prestazione complessiva è migliore, non vediamo l’ora di vedere fino a che punto possiamo andare con questo programma”, Gabriella Papadakis ha detto dopo questa vittoria.

Dopo Torino, i vicecampioni olimpici 2018 prenderanno parte al Gran Premio di Francia il 19-20 novembre a Grenoble.

  • A New York, una buona causa da difendere

Alcuni si mettono in fila per vincere, altri per una buona ragione. Dopo una pausa forzata nel 2020, la Maratona di New York torna domenica 50 volteNS La modifica. Una gara storica a cui partecipano molti runner a sostegno di diverse cause. C’erano circa 6.000 persone vestite in una delle 490 federazioni invitate, su circa 33.000 corridori in totale.

Kristen Burke, vicepresidente di Runners Road Runners (NYRR), che organizza la gara, spiega che i numeri in diminuzione consentono più “divergenza” in questa prima edizione post-pandemia. Nel 2019 sono partiti 54.000 corridori, inclusi 12.000 “corridori di beneficenza” che hanno raccolto 45 milioni di dollari (39 milioni di euro).

Questo è 50NS La Maratona di New York ha visto vincere atleti keniani, sia uomini che donne. La medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo Peris Gepschercher ha vinto la maratona in 2 ore 22 minuti e 39 secondi. Albert Currier eccelleva in 2 ore, 8 minuti e 22 secondi.

READ  20 gradi Celsius a novembre, ragionevoli quest'anno?
Pires Gebshireshire ha vinto la maratona di New York domenica 7 novembre 2021.

Foto del fine settimana

In Brasile un gigante è in pericolo. Relegabile, il club del Grêmio è vicino alla retrocessione in seconda divisione. L’ambientazione dei giocatori dell’Internacional ha ispirato lo storico rivale del Porto Alegre della squadra di Ronaldinho. Dopo aver vinto il derby (1-0), alcuni giocatori dell’Inter hanno sventolato bare di cartone con i colori del Grêmio, con il simbolo B, il simbolo della seconda divisione. Ovviamente questo non ha soddisfatto gli avversari ed è scoppiata una rissa in campo. Il risultato è un cartellino rosso su ogni lato e immagini scandalose ma virali.

Annuncio del fine settimana

“Ci è stato detto 15 minuti prima della partita che avevano sostituito il giocatore n. 1 con il giocatore n. 4 (…) O era già infortunata, il che sarebbe stato sfortunato, o l’hanno fatto apposta. E questo sarebbe barare.”

La vittoria della Russia sulla Svizzera nella prima edizione della Billie Jean King Cup – il nuovo nome della Fed Cup – due vittorie a zero sabato a Praga (Repubblica Ceca) ha lasciato amareggiato il capitano svizzero. I suoi compagni non hanno avuto il tempo di giocare il duo decisivo, poiché il loro concorrente di singolare li ha sconfitti in questa finale.

Se il primo gioco non lasciava spazio ai commenti, il secondo era imbarazzante. In questione: sostituzione all’ultimo minuto di Anastasia Pavlyuchenkova. Il capitano russo ha confermato di voler giocare, “Ma durante il riscaldamento si sentiva come se non fosse in grado di darsi al cento per cento”. La persona in questione aveva poco gusto per le accuse svizzere: “Nello sport, devi imparare e accettare la perdita”.

Weekend sportivo

Abbiamo dovuto dimenticare le Olimpiadi di Tokyo e la sconfitta al primo turno. Completato per Compa La Roque. La francese ha vinto la finale di 68 kg ai Campionati mondiali di wrestling U-23 a Belgrado, in Serbia. Larroque ha dominato 3-0 il russo Vusala Parfianovich in finale e conferma tutte le speranze riposte, con l’avvicinarsi dei Giochi di Parigi 2024.

Numero fine settimana: 60

Il registratore non si ferma mai. E Robert Lewandowski ha segnato, sabato, contro il Friburgo il 60esimo gol del 2021 (vittoria 2-1 per il capolista bavarese del campionato tedesco). L’attaccante polacco ha segnato 51 dei suoi gol con il Bayern Monaco e 9 con la maglia della nazionale. La scorsa stagione, il giocatore del Pallone d’Oro 2021 ha stabilito un nuovo record di 41 gol segnati in una stagione di Bundesliga, superando il precedente record della leggenda Gerd Muller (40 gol nel 1971-1972), con la stessa maglia del Bayern Monaco.

L'attaccante polacco del Bayern Monaco Robert Lewandowski, capocannoniere del Friburgo sabato, è in competizione più che mai per il Pallone d'Oro 2021.

Concorso del fine settimana

Written By
More from Izer Noemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *