Grazie a Curiosity, sappiamo che aspetto ha Marte e non troppo rosso.

Santa Madre del Creatore Hai mai immaginato di vedere le immagini di Marte dalla sua superficie e, meglio ancora, di dargli qualche giro di esplorazione? Ebbene, grazie al rover Curiosity che la NASA ha inviato al Pianeta Rosso, siamo stati in grado di vedere immagini che non avremmo mai potuto immaginare, e molto vicine, non così rosse.

Curiosity è stato lanciato dalla Terra il 26 novembre 2011 ed è atterrato al cratere Gale su Marte il 6 agosto 2012. Ha lavorato su questo pianeta per 9 anni terrestri.

Attraverso il suo account Twitter, il rover della NASA ha ipotizzato di aver percorso 26,3 chilometri durante questi nove anni, di aver superato i 460 metri di altezza e di aver raccolto 32 campioni di roccia perforata. Questa è stata una delle prime immagini che la sonda ha scattato di Marte al suo arrivo.

Foto: NASA

Il rover Curiosity è il robot più grande ad atterrare su un altro pianeta, praticamente delle dimensioni di un piccolo fuoristrada. Le sue grandi ruote da 20 pollici gli permettono di rotolare su rocce e sabbia senza rimanere incastrato, ma in appena un giorno di guida si sposta di 660 piedi, poco più di 201 metri.

Oltre a cercare tracce di acqua e componenti che avrebbero permesso l’esistenza della vita, il rover misura anche le radiazioni con l’obiettivo di progettare missioni più sicure per l’uomo. Curiosity è dotato di 17 fotocamere, alcune per scattare foto e altre come occhi per non mettersi in pericolo.

Una delle telecamere, all’estremità del suo braccio di due metri, sta lavorando per scattare dei selfie.

curiosità selfie-marte

Foto: NASA

Questa foto è stata scattata dalla stessa Curiosity il 22 agosto 2021 alle 10:26. È illuminato solo dalla luce del sole.

READ  Jimmy Greaves: morto a 81 anni l'ex attaccante di Inghilterra, Tottenham e Chelsea | notizie di calcio

Qual è la forma di Marte? Sorprendente

Attraverso il suo account Twitter, Curiosity condivide immagini davvero fantastiche di Marte, e qui ve ne lasciamo alcune.

Il 3 luglio, il rover ha scattato una foto mentre scalava il Monte Sharp, una montagna alta 8 chilometri. Dato che a quel tempo era inverno, il cielo non era così polveroso e si poteva vedere un’immagine chiara del Gale Crater.

Il paesaggio mutevole può dare un’idea di quanto sia secco questo antico lago‘, lui spiega.

Rover-Curiosità -1

Foto: NASA

Questo è un altro selfie che Curiosity ha scattato per celebrare i 9 anni sulla Terra su Marte.

Curiosità sui selfie

Foto: NASA

Questa è una foto scattata al Gale Crater, in una zona ricca di fango. Tutto sembra indicare che l’acqua salata in passato possa aver alterato la storia degli strati sotto la superficie.

Curiosità NASA

Foto: NASA

Ecco come appare la Terra da Marte.

Curiosità NASA Tierra

Foto: NASA

Ecco come appare una giornata nuvolosa su Marte. C’è un po’ strano perché l’atmosfera è molto sottile e secca.

Curiosità su Marte nuvoloso oggi

Foto: NASA

Vedete quel piccolo foro sulla superficie? Prima di andare su Marte, Curiosity ha messo nella sua borsa una punta da trapano che è stata usata finora per praticare almeno 32 fori nelle terre marziane. Da lì raccoglie campioni per analisi metalliche e chimiche.

Mentre gli strumenti di analisi di Curiosity regolano il campione per l’analisi del campione, le telecamere sono ancora accese e prestano attenzione all’ambiente circostante.

cratere terra marte

Foto: NASA

Il primo robot inviato dalla NASA su Marte è stato il Sojourner delle dimensioni di un microonde nel 1997. Ha inviato più di 550 immagini sulla Terra e ha completato la sua missione 85 giorni dopo il suo arrivo.

READ  Apple offre $ 100 di sconto sugli acquisti di telefoni cellulari Apple Watch Series 7 [U: Full details]

Successivamente, i gemelli Spirit e Opportunity sono stati spediti nel 2003 e come parte della missione di esplorazione di Marte. I due avevano le dimensioni di un carrello da golf ma sono atterrati – si sono schiantati? Ai lati opposti di Marte.

Spirit ha scattato le prime foto a colori di un’imbarcazione su un altro pianeta e ha trovato molti segni d’acqua, quasi come il suo gemello Chance.

Ha finito il suo ultimo La missione di non ritorno a fine febbraio 2019 nella Valle della Perseveranza. Spirit ha concluso la sua operazione nel maggio 2011, quasi un anno dopo aver perso il contatto con la Terra.

Curiosity è atterrato su Marte nel 2012 e Perseverance è atterrato sul pianeta rosso il 18 febbraio 2021 al Jezero Crater. È il quinto veicolo da spedizione.

La perseveranza è la tecnologia più avanzata ed è progettata per attraversare la superficie ed estrarre prove della vita nel passato, oltre a catturare audio e video di alta qualità. “Ciao mondo. Il primo sguardo alla mia casa per sempreIl resoconto di Perseverance è stato pubblicato al suo arrivo su Marte.

perseveranza-tweets-NASA

Foto: NASA

Written By
More from Emet Silvana

Dibattito artico | Il mondo deve affrontare un compito enorme

Ola M. Johannessen, Società scientifica Nansen, Bergen 17.10.21 21:54 17.10.21 21:54 È...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *