Ha condannato l’ex sindaco di Riace per aver cercato soluzioni per accogliere gli immigrati

internazionale

i comunisti

Inserito il 13/10/2021 da PCF

La condanna di Domenico Lucano, l’ex sindaco di Riace (Italia), a 13 anni di carcere e una multa di 500.000 euro, ha scatenato un’ondata di indignazione e legittima rabbia.

È accusato di “associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, frode, appropriazione indebita e abuso d’ufficio”. È così che la magistratura italiana ha permesso di aiutare a insediare gli immigrati nel suo villaggio di Riace.

Ce verdetto ressemble plus à un jugement politique pour un procès politique qui ne dit pas son nom, qui vise à décourager toutes celles et tous ceux qui résistent aux politiques de l’Europe forteresse, dro ex aux de politê lêtre straight.

Infatti, Domenico Lucano ha suscitato molto entusiasmo nel 2016. È stato apertamente acclamato dalle Nazioni Unite e dall’Alto Commissario per i Rifugiati per la sua mobilitazione e le innovazioni politiche per accogliere i migranti e mobilitarlo per rispettare le basi. i diritti di questi esuli.

Il suo obiettivo era chiaro. Voleva dimostrare che una vera politica di accoglienza, complementarietà, cooperazione e rispetto reciproco giova a tutti. Ciò potrebbe consentire un nuovo dinamismo per i comuni rurali che sono stati abbandonati dalle autorità pubbliche e subiscono l’esodo dei loro residenti nelle città del nord Italia.

Dal 1990 Domenico si batte per i diritti umani. Nel 1998, l’arrivo di 300 immigrati curdi sulle coste calabresi ha innescato un’“ondata di solidarietà” nella città di Riace. Poi decise di fondare un’associazione che avrebbe anticipato le abitazioni vuote della città, e in queste abitazioni vuote avrebbe ospitato questi uomini, donne e bambini.

Per Domenico l’arrivo di queste persone era una speranza, la possibilità di costruire una nuova speranza per la vita del suo paese che a poco a poco si svuotava. È diventato sindaco di Riace nel 2004 ed è stato rieletto fino al 2018.

READ  Ammira gli incredibili luoghi "strani" della Terra | Ultime notizie 24 ore su 24 - leggi il giornale Lao Dong online

Durante il suo mandato, ha tentato di stabilire una politica di accoglienza più ampia. I nuovi arrivati ​​sono alloggiati in locali vacanti. Raccolgono buoni sotto forma di una specie di valuta locale mentre aspettano la loro concessione di asilo. In attesa del collocamento, i nuovi arrivati ​​partecipano ai laboratori di cucito, falegnameria, ceramica e vetreria aperti grazie a un progetto regionale per l’integrazione degli immigrati. Questo sistema di orientamento è stato implementato in altri comuni della regione.

Tutte queste novità, tutta questa solidarietà sono cadute nel 2018 quando Domenico è stato arrestato nella sua città natale. La sentenza del 30 settembre è una vergogna per la giustizia italiana e una violazione dei diritti umani.
Questa sentenza politica mostra chiaramente il pericolo di sottovalutare l’estrema destra, ma anche il potere di diffondere le loro idee razziste e xenofobe.

No, la solidarietà e l’accoglienza degli immigrati non possono costituire reato o reato. Il Partito Comunista Francese offre il suo pieno sostegno e solidarietà a Domenico Lucano.

Cecil Dumas
Vice Presidente della Divisione Internazionale PCF
Responsabile per le questioni relative all’immigrazione

Written By
More from Fiore Capone

Alluvioni in Italia e un uragano mortale in Oman… Meteo nel mondo dal 6 ottobre 2021 10/06/2021

Oltre alla Francia, nei giorni scorsi alluvioni drammatiche hanno colpito anche l’Italia....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *