In Cina una portaerei nel deserto

Una portaerei americana con un carico utile di 100.000 tonnellate in mezzo al deserto cinese, ecco perché. È sicuramente solo un modello, blu, impostato su barre. Tanto basta perché queste immagini satellitari europee, elaborate da Maxar Technologies e pubblicate domenica 7 novembre, siano ampiamente commentate dai monitor dell’Esercito Popolare di Liberazione (PLA). Secondo H.I. Sutton, uno specialista della marina militare che ha decifrato le informazioni su USNI Notizie, strutture specifiche “moda” chi cade “di una scala molto più complessa” dai suoi predecessori.

Leggi anche Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Gli americani sono preoccupati per la costruzione cinese della base navale cambogiana a Ream

Nella regione dello Xinjiang, nel nord-ovest della Cina, sul territorio pianeggiante di Taklamakan, appare una postazione militare organizzata attorno a navi bersaglio mobili, destinate a test missilistici antinave. Accanto a un modello di portaerei Ford, si può vedere una portaerei di tipo Arleigh Burke.

“Bersaglio in movimento”

Resta da vedere se queste combinazioni consentono davvero di testare le fasi esatte del volo del missile: la precisione di colpire una barca che viaggia a una velocità di 30 km / h, la guida finale e l’allineamento verso il bersaglio, l’impatto di l’attacco alla nave nemica. L’addestramento su obiettivi realistici è in ogni caso un’esercitazione militare comune. Se i francesi non avessero più il diritto di affondare naufragi, gli americani sparerebbero ancora agli oggetti in mare. Le Guardie rivoluzionarie iraniane si erano anche addestrate nel 2015 per colpire una portaerei americana: un modello in scala nel 2020, mezzo capovolto, è stato visto nel porto di Bandar Abbas.

READ  La luna piena di ottobre oscurerà la pioggia di meteoriti delle Orionidi
Leggi anche Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Rari incidenti sottomarini statunitensi nel Mar Cinese Meridionale

Dopo il primo lancio in tempo reale di missili DF-21D conosciuti come “Aircraft Carrier Killer” nel luglio 2019, Cina “Nel 2020, hanno lanciato missili balistici contro un bersaglio mobile nel Mar Cinese Meridionale senza riconoscere i fatti”., afferma il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, nel suo rapporto 2021 sull’Esercito di Liberazione Popolare. Per questi ultimi, le armi antinave sono una priorità. Saranno fondamentali in caso di crisi militare a Taiwan, per tenere a bada la flotta degli Stati Uniti.

Written By
More from Abramo Insigne

“Il nostro governo ha capito che se si affida a un solo partner, può essere abbandonato in qualsiasi momento”.

Per non perdere nessuna notizia africana, Iscriviti alla newsletter “World of Africa”...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *