Incoronati in Italia i campioni del Lamborghini Super Trofeo

Richard Antinucci è stato tra i piloti a vincere il campionato nordamericano Lamborghini Super Trofeo venerdì in Italia. (Immagini dei prezzi di Jamie)

Misano Adriatico, Italia – I piloti della Lamborghini Super Trofeo Series nordamericana non hanno perso tempo a vincere i loro titoli venerdì al Misano World Circuit Marco Simoncelli.

Richard Antenucci si è assicurato il suo terzo campionato della stagione del Lamborghini Super Trofeo in Nord America con la vittoria assoluta e la vittoria della classe Pro nella gara di apertura di venerdì. Brandon Jedovic e Brian Ortiz hanno vinto il campionato ProAm finendo secondi nella loro classe. Luke Berkeley ha vinto l’Am per concludere quella classe, mentre Mark Kvamme e Terry Olson hanno conquistato il titolo della LB Cup finendo terzi nella classe.

Antinucci ha aggiunto un punto esclamativo alla sua stagione vincendo la sua seconda gara venerdì pomeriggio al #127 Dream Racing Motorsport, Lamborghini Las Vegas Lamborghini Huracán Super Trofeo EVO. Gli ha regalato sette vittorie in 12 gare in questa stagione e 21 vittorie in carriera nel Lamborghini Super Trofeo in Nord America. Ha anche conseguito titoli di classe Pro nel 2015 e nel 2019.

“Non posso ringraziare Cavite Bitbull e Dream Racing”, ha detto Antenucci. “Nel complesso, questo triplo supporto – squadra, tecnico, sponsor e solo supporto psicologico – è stato fantastico. Abbiamo fatto davvero bene. Non potrei essere più felice e sono così grato a tutti coloro che mi hanno portato qui”.

La lotta per il secondo posto nella classe Pro è scaturita dalla seconda gara di venerdì. Stephan McClear e Jeroen Moll (n. 116 Change Racing, Lamborghini Charlotte) hanno tagliato il traguardo al terzo posto, ma sono saliti al secondo posto quando Jacob Edson e Stephen Agakhani (n. 106 O’Gara Motorsport/US RaceTronics, Lamborghini Beverley Hills). Un secondo di penalità è stato inflitto per lo short stop. Ha permesso a McAleer di mantenere il secondo posto in classifica, con un vantaggio di tre punti su Edson e Aga Khani.

READ  "Questa è una trappola", ha detto Dogo Perincek, commentando la dichiarazione degli ambasciatori: non si sono tirati indietro.

Come Antinucci nella classe Pro, Gdovic e Ortiz (#146 Precision Performance Motorsports, Lamborghini Palm Beach) hanno vinto la seconda gara al ProAm venerdì pomeriggio. È stata anche la loro settima vittoria dell’anno. Victor Gomez (n. 129 Change Racing, Lamborghini Charlotte), che ha lottato tutto il giorno con problemi alla vettura, è arrivato secondo nella classifica ProAm.

“È stato un anno fantastico con Brian”, ha detto Gdovic. “Ho avuto un sacco di vittorie quest’anno. Sicuramente felice di concludere un altro campionato nella serie e felice di ottenere un campionato anche per Brian. Un piazzamento netto dei campionati per PPM. È stato sicuramente un grande anno per noi. “

Ortiz, un nuovo arrivato nella serie, era euforico per i risultati.

Ortiz ha dichiarato: “Ovviamente non sapevo cosa aspettarmi (in stagione), ma la squadra ha fatto davvero bene in passato. Ho sempre cercato di fare del mio meglio ed è stato un grande anno. Abbiamo vinto tante gare, siamo stati costanti in testa al campionato e non abbiamo commesso errori”. È stato un grande lavoro di squadra”.

La vittoria di Berkeley venerdì mattina ha portato la sua striscia vincente a quattro, permettendogli di passare al campionato Am al 123° Dream Racing Motorsport, Lamborghini Broward Huracán. Il 17enne ha sfruttato la stagione giovanile per gettare le basi per la progressione nella classe Pro nel 2022.

“Che anno incredibile!” ha detto Berkeley. “È stato un inizio anno difficile con un paio di problemi di gara, ma mi sono concentrato e concentrato. Sapevo che se potevo finire il resto del campionato con punti forti in ogni gara, avrei potuto finire il campionato, ed è quello che fatto qui”.

READ  Dicembre, sono tutti a rischio gelo e neve! DIREZIONE DALL'IMMACOLATA A NATALE INCLUSO SPAVENTO »ILMETEO.it

Ashton Harrison (#125 Harrison firmato con Wayne Taylor Racing, Lamborghini Paramus) è stato il vincitore della seconda gara di venerdì. La sua terza vittoria della stagione ha aiutato Harrison a superare Alan Matney (n. 199 Change Racing, Lamborghini Dallas) per prendere il secondo posto nell’ultima classifica.

Kvamme e Olson (n. 147 Precision Performance Motorsports, Lamborghini Palm Beach) si sono qualificati per la LB Cup dopo aver vinto quattro delle prime sei gare. Non sono riusciti a raggiungere la vetta del podio nella seconda metà della stagione, ma hanno comunque retto.

Olson ha dichiarato: “È stato un piacere guidare con Mark e devo dire che la serie Lamborghini Super Trofeo è stata gestita molto bene. Tanto divertimento dalle prime prove alla fine. Persone fantastiche, veri professionisti, è stato un piacere correre qui Abbiamo avuto molte gare belle e pulite quest’anno, il che ha reso tutto così divertente. È davvero fantastico tornare a casa con un campionato solo per correre pulito e veloce”.

Il pilota più forte della LB Cup nella seconda metà del 2021 è stato John Hennessy (n. 133 O’Gara Motorsport/US RaceTronics, Lamborghini San Diego), che venerdì ha spazzato via la classe chiudendo l’anno con cinque vittorie nelle ultime sei gare. .

Written By
More from Izer Noemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *