Israele sospende l’accordo petrolifero degli Emirati Arabi Uniti per preoccupazioni ambientali | Notizie economiche ed economiche

Il ministero dell’Ambiente ha dichiarato che la valutazione del rischio ‘non soddisfa le condizioni’.

Il ministero israeliano della protezione ambientale ha annunciato la sua decisione di sospendere un progetto che ha fatto arrabbiare gli attivisti ambientali e ritardare l’attuazione del proposto accordo sul trasporto del petrolio con gli Emirati Arabi Uniti.

Dopo l’instaurazione di relazioni diplomatiche tra Emirati Arabi Uniti e Israele lo scorso anno, il petrolio del Golfo verrà portato in petroliera al porto di Elat sul Mar Rosso, piuttosto che in Europa tramite oleodotto da Israele al porto mediterraneo di Ashkelon.

Nessun accordo petrolifero è stato concluso tra la compagnia statale israeliana Europe-Asia Pipeline Company (EABC) e la compagnia israelo-emirata MED-Redland Bridge Limited.

Ma gli attivisti hanno avvertito di possibili minacce alle barriere coralline settentrionali del Mar Rosso al largo della costa di Elat.

I gruppi ambientalisti israeliani hanno contestato il piano in tribunale, citando perdite catastrofiche o rischi di perdite, che si prevede porteranno milioni di tonnellate di greggio attraverso Israele ogni anno.

Valutazione del rischio

L’EAPC ha presentato la sua risposta alla corte la scorsa settimana, fornendo una valutazione del rischio, in cui ha affermato che il rischio derivante dall’aumento del flusso di greggio era molto basso.

Ma domenica, il ministero israeliano della protezione ambientale ha dichiarato di “non aver soddisfatto le condizioni stabilite dal ministero della valutazione dei rischi” e di non essere quindi valido.

Il ministero ha dichiarato in una lettera all’EAPC che stava “ritardando la valutazione dei vostri prodotti per potenziare le operazioni nel porto di Eilat, fino a quando il governo non avrà discusso e raggiunto una decisione”.

READ  Il presidente brasiliano Jair Bolzano è in ospedale dopo 10 giorni di singhiozzo, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico d'urgenza | Notizie dal mondo

La decisione di attuare l’accordo è stata presa dal ministro dell’Ambiente, recentemente nominato, Tamar Zandberg, del partito di sinistra Meredith, che si è opposto apertamente all’accordo EAPC-Emirati.

Una portavoce del governo del primo ministro Naphtali Bennett ha dichiarato il mese scorso che una coalizione ideologicamente diversa si è insediata e che il suo ufficio ha “chiesto tempo” per rispondere a una petizione presentata dagli uffici ambientali.

Un portavoce dell’EAPC non ha rilasciato commenti.

Gli attivisti sostengono che l’accordo è soggetto a un rigoroso controllo normativo a causa della posizione dell’EAPC come azienda statale che opera nel delicato settore dell’energia.

Written By
More from Benvenuto Neri

Belkin è pieno di accessori per i fan delle ultime serie iPhone 13 e iPad.

Belkin, l’azienda di elettronica leader nel mondo, presentaAccessoriUniversale per iPhone 13 (iPhone...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *