Juventus: diffida Allegri Rabiot – calcio

Tornato alla Juventus dopo due anni di assenza, Massimiliano Allegri ha scoperto Adrien Rabiot. Se il centrocampista francese è considerato un ottimo giocatore, il tecnico torinese trova in lui un errore molto fatale da risolvere al più presto.

Rabiot dovrà indossare un blu caldo.

A chi piace, chtie bene. È consuetudine dire che le persone che rispettiamo sono quelle più dure. È il caso di Massimiliano Allegri con Adrien Rabiot (26 anni). Tornato alla Juventus dopo un anno sabbatico, il tecnico torinese ha individuato il centrocampista francese. Un giocatore che lo apprezza ma si aspetta molto da lui.

Rabiot ha tirato più dei grandi nomi nell’ultimo decennio

Il tecnico transalpino, infatti, ha riscontrato un errore standard nell’ex giocatore del PSG. Ha fatto un’ottima partita contro il Milan, ma gli mancava ancora un difetto per migliorare: la lucidità sotto porta. Con tale forza, tecnica e corsa, non poteva segnare di più. Dovrebbe segnare 10 o 12 gol in una stagione Il tecnico ha avvertito pimontais davanti ai giornalisti. Le critiche sono sorte dal momento che Rabiot, che ha segnato 6 gol in 89 partite per la vecchia signora, ha sottoperformato Weston McKinney (6 gol in 51 partite) o Aaron Ramsey (6 gol in 69 partite). Solo Rodrigo Bentancur (2 gol in 85 partite) ha l’ascensore.

Perché un discorso così frontale di Allegri? Innanzitutto perché lo sfortunato finalista in Champions con la Juventus ha sempre potuto contare su tanti circoli. Basta guardare il numero dei suoi dirigenti chiave durante la maggior parte del suo primo passaggio. Di recente, Miralem Pjanic (22 gol in 178 partite) e Sami Khedira (21 gol in 145 partite) si sono comportati molto meglio di Rabiot. Arturo Vidal (48 reti in 171 partite) e Paul Pogba (34 reti in 178 partite), ultimi protagonisti della Juventus, guidati con un margine molto ampio, così come il giocatore che ha chiuso la carriera in bianconero, Andrea Pirlo (19 gol in 164 partite).

READ  Programma televisivo di sabato 18 settembre. Quali programmi sportivi, film e intrattenimento dovresti guardare. In viaggio con Asia Express

Allegri si aspetta molto di più

L’ex tecnico del Milan non ha esitato a spingere di più. È come Bernardeschi. Se è la Juventus, è difficile metterlo in discussione come giocatore. È la testa che fa la differenza nella carriera di un giocatore e la sua personale ambizione di volontà di sacrificarsi per la squadra con la sua accortezza in campo e in allenamento. I dettagli fanno la differenza. Se fossi un coniglio, sarei arrabbiato con me stesso. Quanti buoni giocatori hanno perso? Durante i suoi tre anni in Italia ha segnato pochissimo, il che non è possibile. Quest’anno miglioreranno questi dettagli Finito il tattico bianconero. Sta a Rabiot dimostrare che può cavarsela meglio ora.

Cosa ne pensi del discorso di Allegri su Rabiot? Sentiti libero di rispondere e discutere nella zona Aggiungi un commento

Tags from the story
, , , ,
Written By
More from Fiore Capone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *