La donna ha avvertito che il suo “trucco” negli autotest del supermercato viola la legge

Gli aggiornamenti self-service hanno iniziato a comparire nel Regno Unito dieci anni fa e ora è difficile trovare un supermercato senza di essi.

Accelerano le cose riducendo le dimensioni delle code e, anche se i supermercati adottano misure per impedire alle persone di imbrogliare il computer, spesso si affidano ai clienti per essere onesti sui loro acquisti.

Ma la legge è la legge, e un uomo ricco è stato avvertito che la sua tattica “sfrontata” potrebbe finire nei guai nel rinnovo per risparmiare un po’ di soldi.

Ha scritto una donna News.com Sisters in Law che permette alle persone di mettere le loro contraddizioni legali su un disaccordo che le sorelle e gli avvocati Alison e Jillian Barrett hanno avuto con un amico.

L’amica credeva che quello che stava facendo non contasse come furto

Ha detto che quando il suo amico usa i rinfreschi self-service, non dovrebbe perdere una frutta e una verdura costose come il burro.

L’amica crede che non sia stata rubata perché sta ancora pagando qualcosa, ei supermercati stanno lavorando al prezzo della frode di autoverifica al suo prezzo perché “lo fanno tutti”.

Gli avvocati hanno risposto al consiglio: “Non importa come il tuo amico cerchi di giustificare il suo comportamento, il suo comportamento fraudolento di non pagare deliberatamente l’intero prezzo è contro la legge.

“Utilizzare il tuo aggiornamento self-service è difficile per imbrogliare il tuo computer perché la tecnica del tuo amico è a buon mercato. Il suo comportamento fraudolento è uno dei tanti trucchi usati dai ladri self-service per evitare di pagare.”

READ  Il sogno Zero Govt è stato infranto, quindi perché stiamo ancora coinvolgendo i suoi estremisti?

Allison e Jillian, con sede in Australia, ogni anno spendono una fortuna nei supermercati per “ingannare”, con conseguente aumento dei prezzi dei generi alimentari.

Gli autotest possono pesare gli articoli per verificare se sei fedele e i supermercati spesso utilizzano personale e guardie di sicurezza per assicurarsi che vengano utilizzati correttamente, ma fanno anche affidamento sull’onestà dei loro clienti.

Hanno avvertito che se alla fine la sua amica fosse stata catturata, “non c’erano scuse come ottenere avocado mescolato con cipolle marroni e lei non l’avrebbe tagliata”, e avrebbe dovuto affrontare una serie di punizioni.

In Australia, i professionisti legali possono imporre multe, pagare merci e chiedere scusa al negozio, o persino affrontare accuse penali se non si attiene o viene nuovamente condannato.

Concludono: “Devi chiedere, è pericoloso risparmiare qualche dollaro sugli avocado?”

Ricevi i messaggi che desideri direttamente nella tua casella di posta. Iscriviti alla Newsletter Mirror qui.

Written By
More from Benvenuto Neri

Premia le piccole imprese con premi in denaro di 250.000€

Con l’obiettivo di supportare le piccole e medie imprese con un massimo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *