La guerra è arrivata alla famiglia Marshalltown | Notizie, sport, lavoro

Immagini dei contributi – Roger Jones di Marshalltown nell’equipaggiamento dell’aviazione dell’esercito durante la seconda guerra mondiale. Jones ha vissuto fino all’età di 93 anni ed è morto nell’Iowa Veterans Home nel 2018.

Una calma domenica pomeriggio ha prevalso a Marshall Town prima di una vita. Non è successo molto.

Con un po’ di lavoro all’inizio di dicembre, il diciassettenne Roger Jones ha girato un film in uno dei cinque cinema della città. La Marshall Town High School ha vagato, senza mai fretta, dalla piccola casa della sua famiglia in West Madison Avenue, nei quartieri alti, al Capitol Theatre. Dopo aver visto un film doppio, un film drammatico con Charles Boyer e Olivia de Havilland e una commedia di Henry Aldrich, Roger ha camminato verso ovest lungo Main Street.

Verso le 16:00, passò davanti al Tremont Building, che ospita una sala da biliardo e una birreria. Il rumore all’interno attirò l’attenzione di Roger. Era più grande del solito rumore pomeridiano e delle palle da biliardo che si schiantavano.

“La radio era davvero rumorosa all’interno e potevo sentire un suono enorme”, ricorda.

Roger era troppo giovane per entrare nel bar, ed entrò nella stanza piena di fumo abbastanza lontano da vedere le radici dell’eccitazione. Diversi uomini ascoltarono attentamente, e con grande rabbia, la radio, che lanciava un telegiornale urgente. Qualcuno gli gridò: “I giapponesi ci hanno bombardato a Pearl Harbor, nelle Hawaii!”

Roger, in basso a destra, e il suo equipaggio di bombardieri B24 a Topeka, Kahn, alla fine del 1944 prima di essere schierato in Italia con la 15a aeronautica.

Era il 7 dicembre 1941.

A un isolato di distanza, sulla North First Street, Richard, il fratello maggiore di Roger, stava bazzicando nella stanza sul retro del Marshall’s Ice Cream. Il ventunenne Richard si è divertito a lavorare per il proprietario del negozio “Fergie” Vernon Ferguson. Il concerto ha aiutato a farsi strada attraverso il Marshalltown Junior College, dove era in preparazione un trasferimento in un college di quattro anni. Dopo aver completato le sue faccende domestiche, si rese conto di avere fame.

READ  L'Italia incorona a Lione campione del mondo di pasticceria

“Ho fatto un frullato di limonata con metà della quantità di gelato”, ha detto Richard. “Quanto basta gelato per raffreddarsi.”

Mentre si stava godendo la sua sorpresa, ha sentito un trambusto nella parte anteriore del negozio, ed è stato allora che ha scoperto di Pearl Harbor.

Agenti stupiti e arrabbiati sapevano dell’attacco di infiltrazione giapponese alla base navale degli Stati Uniti alle Hawaii. Le reazioni erano prevedibili.

Richard Jones si arruolò volontariamente nel Corpo dei Marines dopo l’attacco di Pearl Harbor. In seguito ha combattuto in due delle battaglie più sanguinose nel Teatro del Pacifico, Okinawa e Peleliu.

“Farle esplodere”, ha detto un cliente.

Altri hanno fatto eco al sentimento. Richard non era sicuro di cosa stesse pensando, anche se non aveva una buona sensazione.

Quella che è iniziata come una domenica innocente in tutta l’America ha acceso quasi quattro anni di coinvolgimento americano nella seconda guerra mondiale che ha cambiato incommensurabilmente la nazione e il pianeta. Una generazione stava per essere plasmata dagli eventi che si stavano svolgendo nei confini più remoti del globo, ma nessuno lo sapeva in quel momento.

Quella sera, il dodicenne Randall Jones ha visto i suoi due fratelli e genitori, Arthur e Lillian, spiegare gli eventi della giornata. Randall si rese conto dell’enormità dell’attacco solo molto tempo dopo. Roger ha notato che la famiglia aveva “preso le cose con calma”, ma ha ammesso che “nessuno ha davvero capito cosa sarebbe successo”. Richard ascoltava attentamente la radio per ricevere le ultime notizie.

Art e Lillian erano comprensibilmente preoccupati. Hanno vissuto durante la Grande Guerra in cui il fratello di Lillian, Victor Lien, ha subito una guerra di trincea in Francia. Non era lo stesso allora. Ora che Richard poteva arruolarsi, Roger e il loro cugino Edward Lane, il figlio di Victor, non erano molto indietro.

READ  Αντώνης Ρέμος και Νίκος Πάπας - Συνάντηση με άρωμα Ιταλίας! - Ελλάδα

Il giorno successivo, il presidente Roosevelt chiese al Congresso di dichiarare guerra al Giappone. Quando le potenze dell’Asse, la Germania e l’Italia divennero nemiche. I cittadini di Marshalltown e altrove hanno reagito con la coscrizione nell’esercito, e presto i produttori hanno interrotto la produzione in tempo di pace per realizzare aerei da guerra, carri armati, uniformi e tutto il resto.

I fratelli Jones hanno considerato il loro futuro. Richard ha evitato la coscrizione facendo volontariato per il Corpo dei Marines. Ha preso la sua decisione dopo lunghi colloqui con lo zio Victor. Roger disse a un amico, che aveva un parente nel consiglio di reclutamento della contea, che voleva entrare nell’aeronautica militare.

“Non ero entusiasta di tutte le manifestazioni che stavano facendo tra i pedoni”, ha detto.

Così era l’Air Force.

I due fratelli furono spediti da Marshalltown lo stesso giorno: 1 giugno 1943. Dopo aver visto Roger partire in autobus nelle prime ore del giorno, Art tornò a casa, crollò a terra e pianse davanti a Randall. Richard se ne andò ore dopo.

Dopo l’addestramento, Roger fu assegnato all’equipaggio del bombardiere B-24. Ha volato 23 missioni da Venosa, in Italia, ed è tornato alla base in aerei distrutti dall’esplosione di proiettili antiaerei. Richard, un ragazzo del college, fu mandato nel Michigan per studiare logistica e gli fu assegnato un ufficiale.

“Ma la guerra non stava andando bene nel Pacifico”, ha detto, “e ci hanno portato fuori e ci hanno mandato al campo dei marines”.

Richard sopravvisse a due sanguinose invasioni dell’isola del Pacifico, Peleliu e Okinawa, e affrontò terribili bombardamenti e scazzottate. Si stava allenando per la temibile invasione del Giappone alla fine della guerra.

Diceva sempre: “Non sarei mai sopravvissuto a quella battaglia”.

I nervi di Lillian erano sull’orlo del collasso nel 1945. I suoi figli erano in pericolo. Il nipote Edward Lien è scomparso durante i combattimenti in Germania (il suo corpo è stato poi ritrovato) e diversi ragazzi sono stati uccisi nel quartiere.

Inoltre, lei e l’arte non hanno notizie di Richard da un po’. Temevano il peggio. Poi, un tardo pomeriggio, il portatore di lettere, Victor Linz, stava per tornare a casa quando notò una busta pronta per la consegna il giorno successivo. Conoscendo le preoccupazioni della famiglia Jones, fece del suo meglio per consegnare loro una preziosa lettera del sergente. Richard Jones.

READ  Belkin è pieno di accessori per i fan delle ultime serie iPhone 13 e iPad.

La famiglia Jones era una famiglia unita durante un periodo sconosciuto. Eppure erano tra i fortunati: Richard e Roger tornarono a casa per vivere una vita lunga e piena. Hanno parlato a lungo delle loro esperienze in tempo di guerra. Roger ha spiegato che andare in guerra “era solo qualcosa che dovevi fare”.

I fratelli Jones aiutarono a salvare il mondo nel 1945, ma Richard sostenne che non si consideravano eroi. “Gli eroi sono quelli che non tornano mai a casa”.

——

Steve Jones, figlio di Randall Jones, è originario di Marshalltown e scrive la storia della sua famiglia durante la seconda guerra mondiale.

Le ultime notizie di oggi e altro ancora nella tua casella di posta

"Amichevole fanatico della cultura pop. Appassionato di caffè. Evil evangelista della musica. Giocatore esasperatamente umile. Ninja della birra."

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

SUPERDRAGONBALLHEROES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.