Phoenix, sbarca in Italia l’azienda francese antispreco

Phenix, la startup francese nata nel 2014 per combattere lo spreco alimentare, ha ufficializzato la sua presenza in Italia e consolidato la sua presenza con l’acquisizione di MyFoody, azienda italiana di responsabilità alimentare.

Dopo la Francia, dove è stata lanciata nel 2014, Portogallo, Spagna e poi Belgio, Phoenix, la startup francese Tech For Good, ha iniziato ad espandersi in Italia. Con l’app Phenix rendi la lotta agli sprechi un business positivo e unificante, fornendo cibo invenduto per un mondo più responsabile. Per continuare la sua espansione europea, ha acquistato MyFoody, che è già un player di responsabilità alimentare nella Penisola.
Le due società collaborano così nella lotta allo spreco alimentare nella penisola.
In Europa ogni anno vengono scartati 88 milioni di tonnellate di cibo. Ciò corrisponde a un terzo del cibo prodotto ogni anno. E se lo spreco alimentare fosse un Paese, sarebbe il maggior produttore di gas serra.

Risparmia 450.000 pasti al giorno in Europa

Così Phoenix si è posta l’obiettivo di fornire 450.000 pasti al giorno e di essere presente in dieci paesi europei entro il 2023. Per farlo, la startup offre soluzioni a tutti gli attori dell’ecosistema alimentare (industriali, distributori, consumatori e associazioni) per ridurre lo spreco alimentare e promuovere Best per i prodotti a breve termine e la ridistribuzione. Una di queste soluzioni risiede in a Applicazione Consenti ai consumatori di acquistare i prodotti invenduti del giorno dai commercianti della loro zona a prezzi inferiori. Il procedimento è semplice: attraverso un sistema di geolocalizzazione, l’app permette di selezionare i prodotti di un commerciante impegnato nell’iniziativa, ed eventualmente selezionare i suoi criteri di selezione per un box vegetariano, vegano o senza glutine.

READ  In Italia i Comuni possono dare colore alla sinistra

Incontro mancato a Milano

Oggi, Fenice Attualmente opera solo a Milano, Italia, con circa 35.000 utenti e 200 commercianti, principalmente ortofrutticoli, panifici, pasticcerie, pescherie, macellerie e ristoranti.
“Il nostro obiettivo è rafforzare Phenix a Milano prima di espandere la nostra presenza sul territorio. Questo è in particolare uno dei motivi per cui abbiamo acquisito il nostro competitor italiano, MyFoody, che già opera con più di 200 punti vendita nel Paese, tra cui importanti rivenditori come Lildl Italia”., identifica Julian Fanara, Country Manager Phenix Italia.

Fondata nel 2015, MyFoody è una delle prime start up italiane ad impegnarsi nella lotta allo spreco alimentare con un sistema che permette agli utenti di sapere quali prodotti sono in scadenza nei supermercati e di acquistarli scontati del 50%.

Nel 2019, Phenix ha risparmiato 40 milioni nei paesi in cui era presente l’app, grazie a 15.000 commercianti e associazioni partner e oltre 2,5 milioni di membri registrati. Man mano che si sviluppa in Italia, Startup Tech for Good si sta avvicinando all’obiettivo fissato per il 2023.

Written By
More from Fiore Capone

L’Italia alle urne per le elezioni comunali, suspense a Roma – rts.ch

L’Italia vota questo fine settimana per rinnovare più di 1.300 comuni, comprese...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *