Super Dragon Ball Heroes, recensione episodio 3

Goku e Vegeta si sono fusi con gli orecchini Potara ed hanno dato vita a Vegeku. Cumber intanto, attorniato da un’aura di malignità, continua ad infierire sul povero Trunks cercando di strozzarlo. Il figlio di Vegeta tenta di liberarsi, ma il guerriero è troppo potente e tenta di finire la battaglia scagliando una gigantesca sfera di energia sui nostri amici. Vegeku si trasforma in Super Saiyan Blu e si scaglia contro Cumber, ma viene preso in pieno dalla sfera di ki del saiyan malvagio. E la fine? Il colpo in effetti sembra andare a segno, sotto lo sguardo giubilante di Fu, che sta assistendo alla scena tramite uno schermo all’interno del suo laboratorio. ‘Lo scontro sta divenendo sempre più interessante’ afferma entusiasta il mago e scienziato demoniaco.

Vegeku in realtà è ancora tutto intero e Cumber, ferito ad un braccio, lo maledice per aver interferito. Vegeku chiede a Trunks se stia bene ed in seguito ordina al ragazzo di allontanarsi dal campo di battaglia. La sola forza di Trunks non può nulla infatti contro il misterioso saiyan al servizio di Fu. Inizia lo scontro tra i due titani provenienti dal pianeta Vegeta. Alle prime battute, l’incontro sembra essere ben bilanciata, tanto che Cumber ammette di essere sorpreso di fronteggiare un simile avversario. In seguito, il saiyan malvagio prepara un nuovo e pericoloso attacco, concentrando l’energia negativa nella mano destra. In seguito la libera e la usa a mo’ di frusta cercando di colpire Vegeku.

Un colpo alla fine va a segno e la fusione viene scagliata su una parete rocciosa. Ad osservare la battaglia vi è anche Cooler nella sua modalità Gold; il fratello di Freezer afferma che lo scontro sta divenendo interessante. Vegeku, compresa l’immensa forza dell’avversario, tenta il tutto per tutto e carica la sua aura usando il Kaioh-Ken. Intanto Mai e Trunks si allontanano da quella violentissima battaglia. Tra Vegeku e Cumber intanto lo scontro torna ad una situazione di parità, ma le aure che i due sprigionano sono così potenti che iniziano a far sgretolare le gigantesche catene che avvolgono Prison Planet.

Fu, molto divertito, spera che lo scontro continui ancora per molto e chiede ai due di spingersi ancora oltre. Fu è alla ricerca di un’energia particolare, la più potente di tutte, ma attualmente ignoriamo a cosa gli serva. Cumber tenta intanto di annientare Vegeku con una nuova sfera di ki oscuro, ma la fusione tra Goku e Vegeta risponde con una Final Kamehameha. I due attacchi si scontrano e sembra, almeno inizialmente, che nessuno dei due riesca a prevalere sull’altro. Alla fine, la Final Kamehameha trionfa, tanto da annullare l’attacco di Cumber ed a (quasi) distruggere un’altra catena di Prison Planet.

Con una frustata d’energia, Cumber attacca Vegeku. Cumber chiama il suo rivale ‘inetto’ affermando che a breve la battaglia sarà conclusa con lui vincitore. Morire per mano sua, continua il saiyan malvagio, deve essere un onore per Vegeku. Cumber lancia una sfera lucente nel cielo del pianeta prigione: il suo obiettivo è trasformarsi in uno scimmione per decuplicare il suo livello di combattimento e sconfiggere l’avversario con più facilità.

La trasformazione è istantanea ed avviene sotto gli occhi sbigottiti di Vegeku, Mai e Trunks. Dalla bocca sigillata, Cumber lancia un’altra sfera d’energia negativa contro Vegeku, così potente da sciogliere la fusione. Goku e Vegeta hanno esaurito tutta l’energia ed intanto Cumber, inebriato dalla sua nuova forza, inizia a devastare l’intera area circostante, continuando intanto a danneggiare la catene di Prison Planet. Cooler osserva impotente, Mai e Trunks cercano invece di ripararsi dalla distruzione del mostro. L’unico a godere della situazione (Cumber a parte ovviamente) è Fu che ride malignamente, divertito per quanto sta avvenendo. La battaglia continua nel quarto episodio!

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *