Risonanza magnetica. Cosa ti aspetta e cosa succede se hai un pacemaker?

risonanza magnetica Fornisce una rappresentazione tridimensionale degli organi del corpo. Non è doloroso o dannoso per la salute. È il modo migliore per valutare la condizione o eventuali problemi Tessuti molli, ovvero cervello, midollo spinale, muscoli, tendini, articolazioni e altri organi corpo umano. Può distinguere bene tra i singoli tessuti e quelli che hanno una struttura molto simile, come la materia bianca dalla materia grigia, ma principalmente il tessuto sano dal tessuto malato. Può essere utilizzato per la diagnosi accendie crescita del tumoreAnomalie o sanguinamento.

principio del metodo

Questo metodo utilizza potenti magneti e onde radio. Il dispositivo deve essere il più vicino possibile al corpo del paziente. Pertanto, l’esame viene effettuato in Tunnel con un diametro di circa 60 cmIl paziente è posto su una sedia a rotelle. Il vantaggio di questa metodica è la possibilità di evidenziare alcune strutture con un mezzo di contrasto, che difficilmente provoca reazioni allergiche. Una risonanza magnetica non utilizza i raggi X.

Cosa fare prima dell’esame e come prepararsi

La gente comune chiama una scansione magnetica del tunnel proprio perché viene eseguita in uno spazio stretto e lungo dove il paziente “entra”.

Il paziente non ha bisogno di alcuna preparazione speciale sotto forma di restrizioni dietetiche o altre restrizioni. Solo prima dell’esame addominale il paziente non mangia per almeno 3 ore.

Dovrai toglierti i vestiti prima dell’esame in biancheria intima. La forza magnetica ha un effetto molto forte su qualsiasi oggetto metallico, quindi è necessario smaltire gioielli o persino protesi metalliche. Fai attenzione alle ossa, ai ganci per i vestiti, alle graffette e persino agli apparecchi acustici. Il medico ti chiederà se hai, ad esempio, un pacemaker, un impianto cocleare, uno stimolatore nervoso, una protesi articolare metallica, qualsiasi clip metallica, stecca, valvola cardiaca artificiale, stecca o viti. Vieni a vedere la testa senza trucco.

READ  Eurovision Sport e IMG garantiscono un'ampia copertura dei Campionati del mondo su strada UCI

Foto: Gorodenkoff, Shutterstock.com

Una risonanza magnetica scansiona più spesso un punto specifico del corpo

Chi non può sostenere l’esame?

Il paziente non deve essere esaminato se ha un pacemaker, un impianto cocleare, uno stimolatore nervoso e strisce di metallo nell’occhio. per un paziente con Il mio pacemaker La scansione potrebbe essere pericolosa per la vita, gravi danni al dispositivo o battito cardiaco alterato. Le eccezioni sono i nuovi tipi compatibili con la scansione. Questi dispositivi sono in uso dal 2010 circa e il paziente riceverà una scheda per tale dispositivo contenente informazioni sul tipo e sulla natura del dispositivo. Prima della scansione, tuttavia, il dispositivo deve essere commutato in modalità provvisoria da un professionista.

Anche il dottore dovrebbe sapere di qualcuno di loro Gravidanza. Con poche eccezioni, gli esami non vengono eseguiti nel primo trimestre. Le donne che allattano possono sottoporsi a esami, ma senza l’uso di liquido di contrasto.

Come funziona la scansione?

La maggior parte degli esami viene eseguita sulla schiena, eccezionalmente sull’addome. Se è necessario un mezzo di contrasto, viene inserita nel corpo una cannula endovenosa.

Lo staff ti parlerà durante l’esame. Ti dirà quando trattenere il respiro e ti avviserà anche di muoverti. Un esame completo richiede solitamente 20-30 minuti, a volte più lungo, dipende da cosa deve essere controllato. Niente ti farà del male.

Durante la scansione, potresti sentire dei rumori causati dall’accensione e dallo spegnimento delle bobine magnetiche. Il medico potrebbe offrirti cuffie o tappi per le orecchie.

C’è sempre aria fresca dal ventilatore nel tunnel.

Stare a casa può causare problemi alle persone con claustrofobia. I medici possono prescrivere sedativi. In questo caso, hanno bisogno di un accompagnatore e non possono guidare.

Ci sono già posti di lavoro nella Repubblica Ceca con uno spazio per gli esami più ampio, che sono destinati a pazienti con grave agorafobia o bambini.

Posso venire da solo?

Se non hai bisogno di un accompagnatore a causa di altre restrizioni, puoi sostenere l’esame da solo e non avrai bisogno di alcun aiuto.

Cosa poi

Tieni presente che il medico non sarà in grado di rispondere alla domanda “cosa ha trovato lì” dopo l’esame. I record acquisiti devono essere elaborati in un apposito programma. Di solito sarà disponibile al massimo entro pochi giorni.

Written By
More from Benvenuto Neri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *