Roberto Martinez inizia la partita contro l’Italia: “Ci saranno cambiamenti, ma non cambieremo per cambiare”

Prima di affrontare l’Italia domenica alle 15 per il terzo posto nella Nations League, Yannick Carrasco è apparso davanti alla stampa.

Tempo di lettura: 3 minuti

IlI Devils sono rimasti molto delusi giovedì contro la Francia. Mentre erano in vantaggio per 2-0 alla fine del primo tempo e sembravano sulla buona strada per affrontare la Spagna nella finale della Nations League, gli uomini di Roberto Martinez hanno lasciato la loro possibilità di vincere la loro prima Coppa Internazionale subendo tre gol contusi.

I belgi ora devono recuperare, a partire da domenica, contro l’Italia. Un incontro iniziato sabato dalla tattica catalana davanti alla stampa.

Roberto Martinez, qual è lo stato d’animo dei Red Devils prima di questa partita contro l’Italia?

Ho la sensazione che 24 ore possano fare un’enorme differenza. È tempo di andare avanti. Giovedì sera è stata una delusione e un po’ quella successiva. Da allora, abbiamo avuto il tempo di analizzare la sconfitta. Questa partita contro l’Italia segna per noi l’inizio di un nuovo ciclo. Con il punteggio ottenuto venerdì sera da cechi e gallesi (2-2), questo significa che ci manca solo un punto contro l’Estonia per qualificarci. I giocatori sanno che è importante restare concentrati per convalidare la qualificazione al Mondiale in Qatar. Il primo tempo è stato come quello che facciamo da tre anni. Abbiamo limitato la Francia nei suoi movimenti. Ma nel secondo tempo abbiamo smesso di giocare e non è stata la Francia a cambiare tattica per ribaltare la partita, hanno aumentato la pressione. Allora gli eventi non ci furono favorevoli. Se il fuorigioco di Lukaku fischia e logicamente il rigore viene assegnato, queste due azioni dovrebbero portarci poco o nessun vantaggio.

Come si spiega la forma scadente di un giocatore come Youri Tielemans?

Trovo un po’ ingiusto fare riferimento a uno o più giocatori in questa perdita. È tutta la squadra che è caduta nel secondo tempo. Yuri ha capito perfettamente cosa doveva fare nel primo tempo. In secondo luogo, è stato più difficile ottenere tutti i passaggi e la combinazione dovrebbe consentire ai giocatori di trovarsi facilmente.

Possiamo aspettarci molti cambiamenti nell’undici titolare di domenica?

Sì, infatti perché Romelu Lukaku ed Eden Hazard non ci sono più. Anche Thomas Phuket, che giovedì si è infortunato al polpaccio durante il riscaldamento, è tornato al suo club. Dopodiché, ovviamente siamo venuti a giocare questa Nations League con l’ambizione di vincerla, nient’altro. È un nuovo inizio, un “reset”, ma non devi impazzire ed emozionarti. Non cambierò per il gusto di cambiare. Se i giovani sono pronti a giocare, avranno la loro possibilità come Jeremy Duques contro l’Italia nell’Euro. L’importante è che tutti siano al 100%.

Con cosa stanno lottando Romelu Lukaku ed Eden Hazard e saranno pronti per le prossime scadenze con il loro club?

Invece, è una domanda da porre al dipartimento medico. Stanno guadagnando molti muscoli e ci siamo sentiti come se non fossero pronti al 100% per giocare domenica.

Il Belgio potrebbe perdere la sua posizione di numero uno mondiale nella classifica FIFA nelle prossime settimane. Riuscirà a motivare i tuoi giocatori prima dello spareggio per il terzo posto?

Ovviamente i giocatori ne sono consapevoli. Erano passati tre anni da allora, ogni volta che raggiungevano Tubize per un raduno, i demoni sapevano che avrebbero dovuto fare quanto era necessario in tutta Europa per preservare questo luogo. Ma in ogni caso, il movente è nel gruppo. Vogliamo cogliere questa opportunità unica per affrontare i campioni d’Europa per testare ancora una volta le nostre capacità. Contro la Francia abbiamo dimostrato di poter giocare ad altissimi livelli.

READ  Wembley stiamo arrivando! L'Austria incontra l'Italia
Written By
More from Fiore Capone

Un inferno ardente a Milano | Attualmente Europa | DW

La Torre dei Moro si erge a 60 metri nel cielo di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *