Scopri un pianeta in orbita attorno a tre stelle contemporaneamente

L’unica stella, il Sole, è la stella dominante nel nostro sistema planetario, ma la maggior parte delle stelle di tipo solare ha almeno una stella compagna.

Tali sistemi stellari sono chiamati binari e se ci sono più di due stelle, allora multipli.

Gli scienziati sanno già per certo che anche le stelle binarie hanno pianeti, e anche alcune di esse la vita è possibile… Ora, i ricercatori hanno trovato la prima prova che anche un sistema stellare triplo potrebbe avere un pianeta tutto suo.

Il sistema a tre stelle, che interessava gli astronomi, si trova nella costellazione di Orione e si chiama GW Orion. Tre stelle relativamente piccole orbitano l’una intorno all’altra attorno a un centro di massa comune.

Tutte e tre le stelle sono inoltre circondate da un disco protoplanetario abbastanza grande. Questo disco è costituito da gas denso da cui possono successivamente formarsi i pianeti. Gli scienziati ritengono che il primo pianeta potrebbe essere già apparso nel sistema Orion GW.

Il disco di protopianeti attorno a queste stelle è diviso in tre grandi anelli posti a una distanza sufficiente dalle stelle stesse. Allo stesso tempo, il più interno si piega con un angolo dispari rispetto agli altri.

Ci sono due ipotesi principali su come si è evoluta questa straordinaria struttura. O il disco è stato lacerato in tre pezzi dall’effetto gravitazionale di tre stelle, o un pianeta massiccio si è formato nel disco protoplanetario, “spazzandogli un buco”.

Mostriamo che il giovane pianeta, come un aspirapolvere, estrae il materiale circostante dal disco con la propria gravità.

A sinistra: immagine di GW Orion con anelli visibili. A destra: immagine di un sistema con un’ombra proiettata dall’anello interno sul resto del disco.

Per comprendere meglio questo problema, i ricercatori dell’Università del Nevada a Las Vegas hanno sviluppato un modello informatico completo del sistema Orion GW.

READ  In Myanmar i monaci democratici marciano contro la giunta

Così gli scienziati hanno scoperto che l’influenza delle stelle non sarebbe stata sufficiente per “rompere” il disco in questo modo.

La causa più probabile di questa carneficina cosmica potrebbe essere un gigante gassoso delle dimensioni di Giove (o diversi pianeti). Questi pianeti sono solitamente i primi a formarsi da dischi protoplanetari. E solo allora i pianeti più piccoli come i pianeti terrestri li seguono.

Il modello suggerisce che dopo che il pianeta ha “preso” parte del materiale del disco, si è diviso in tre anelli, che hanno iniziato a muoversi a velocità diverse, spostandoli infine.

Se ci fosse davvero un pianeta nel sistema GW Orion, sarebbe il primo pianeta mai scoperto in orbita attorno a tre stelle contemporaneamente.

“Questo è davvero interessante perché confermerà la teoria della formazione planetaria, – Lui parla L’autore principale dello studio Jeremy Smallwood (Jeremy Smallwood). “Questo potrebbe significare che i pianeti stanno accadendo molto più attivamente di quanto pensassimo, il che è piuttosto interessante”.

Le future osservazioni con il telescopio ALMA dovrebbero aiutare i ricercatori a localizzare il pianeta intorno a tre stelle. Se c’è davvero.

Il lavoro degli astronomi americani postato 17 settembre 2021 negli Avvisi mensili della Royal Astronomical Society.

Ricordo che prima ne abbiamo parlato sistema di due pianetiIn orbita intorno a due stelle, scoperta Forse un pianeta abitabile In un sistema a tre stelle. Abbiamo anche scritto di come gli astronomi hanno accettato il pianeta in un sistema stellare binario. nana bruna.

Altre notizie dal mondo della scienza le trovate nella sezione “ScienzaSulla piattaforma multimediale “guardare”.

Written By
More from Emet Silvana

INVERNO 2021/22, NINA stravolge le aspettative. Vi spieghiamo perché potrebbe essere una stagione diversa »ILMETEO.it

Meteorologia: INVERNO 2021/22, NINA falsa le previsioni. Vi spieghiamo perché potrebbe essere...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *