Un veterano di Bristolville stampato durante la guerra di Corea | Notizie, sport, lavoro

Foto dello staff / Rene Fox Roger Shaffer, 90 anni, torna alla fattoria che ha costruito con suo genero a Bristolville per allevare bestiame e coltivare raccolti dopo il suo periodo nell’esercito americano durante la guerra di Corea.

Bristolville – Quando Roger Shaffer fu arruolato nel 1951, le importanti capacità di scrittura apprese alla Warren Business School lo salvarono dalla diffusione in Corea.

Shaffer osservò tutti gli uomini con cui si era addestrato sulla nave dell’esercito andare in guerra in Corea. Sebbene non avesse mai sentito parlare del loro destino, ci furono quasi 40.000 americani uccisi e più di 100.000 feriti. I soldati nel teatro hanno sopportato intense battaglie, schivando granate, aerei sganciatori di bombe e fuoco nemico.

“Era molto più facile” ha detto Schaffer.

Dopo aver notato le sue capacità di scrittura – poteva scrivere 102 parole al minuto e mantenere gli angoli quadrati – Shaffer è stato selezionato per schierarsi in Germania.

Lì, ha scritto i registri degli ufficiali, ha ottenuto il grado di sergente e ha colto ogni occasione per congedarsi e visitare altri sei paesi in Europa, vedendo siti in Italia, Belgio, Francia, Austria, Svizzera e Lussemburgo.

“Questo ufficiale mi ha detto: ‘Sai, dovresti lavorare.’ Quindi ho dovuto scegliere tra andare in Olanda nella stagione dei tulipani o a Roma. Siamo andati a Roma”, ha detto Schaffer.

Ha portato il sacerdote Shaffer e il suo amico nelle catacombe del Vaticano e in altri siti non aperti a tutti i turisti. È stato persino in grado di scattare una foto dei giardini, anche se alla maggior parte era vietato portare una macchina fotografica nella sede.

READ  EuroVolley 2021 - LIVE - Risultati - Italia vs Slovenia in finale - Info Sport - Sci

Ma il lavoro non è sempre stato una passeggiata nel parco.

“Stavamo proteggendo la cortina di ferro quando ero lì”, ha detto Schaffer.

Schafer non aveva pensato allo sforzo bellico, ma una notte furono evacuati nei boschi, dove rimasero al freddo per circa un mese.

“Ci siamo dovuti fermare a raccogliere i tronchi e portarli fuori nei boschi. I camion della carovana si sono fermati in mezzo al nulla e hanno detto: ‘Questa è casa’. Era neve alta fino al ginocchio”, ha detto Schaffer. Ho detto loro ‘Non posso scrivere con questo tempo. “

Hanno schierato guardie ogni notte e allestito tende per uffici e altre necessità quotidiane come il disordine.

“Hai mai mangiato il mio salame su una candela? Era la nostra specialità” Shaffer rise.

A causa della scarsa acqua, Schaffer beveva solo caffè.

Quando Schafer tornò, continuò a coltivare con sua sorella e suo cognato.

Ha ricevuto un apprendistato in attrezzeria e pressofusione presso Packard Electric, dove ha lavorato per 30 anni prima di andare in pensione.

Incontrò sua moglie Emily quando i due cantarono nel coro della Wildary Methodist Church e li condussero alla loro pratica a Warren. Hanno avuto due figli, Patricia e Denise. Otto nipoti e sette pronipoti, con un ottavo in arrivo.

Le ultime notizie di oggi e altro ancora nella tua casella di posta

Written By
More from Izer Noemi

Dietro il rivestimento d’argento del baseball bianco e blu

Israele ha vinto la medaglia d’argento in Campionato Europeo di Baseball a...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *