Vediamo: i gioielli della Lombardia classificati dall’UNESCO

L’Italia è il Paese più ricco di siti classificati, di cui ce ne sono 53. La regione Lombardia detiene il primato nazionale con 10 siti iscritti nella World Heritage List dell’UNESCO. visitare !

Croccante Dada Village

Il villaggio operaio fu costruito tra il 1800 e il 1900 dalla famiglia Crespi, accanto alla loro filanda. Questa città idilliaca aveva lo scopo di ospitare i lavoratori e le loro famiglie. Completato nel 1920, il villaggio oggi testimonia il modo di vivere dei lavoratori al tempo della Rivoluzione Industriale. È ancora oggi il villaggio operaio meglio conservato in Europa.
Indirizzo: 24042 Capriate San Gervasio, Bergame

I monti sacri del Piemonte e della Lombardia

Il gruppo di 9 cappelle situate nelle valli delle Alpi è patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2003. Gli edifici architettonici risalenti al XVI e XVII secolo sono dedicati a diversi aspetti della fede cristiana. Le chiese esemplificano l’integrazione di stili, tra architettura e belle arti in un paesaggio pittoresco.
Indirizzo: Via Santuario, 22010 Ossuccio (CO)

Santa Maria delle Grazie Milano UNESCO

L’Eglise Santa Maria delle Grazie

All’interno dell’edificio, Leonardo da Vinci dipinse una delle rappresentazioni più famose al mondo: L’Ultima Cena. L’artista fiorentino lo dipinse tra il 1494 e il 1497 sulla parete del refettorio. Scegliendo una tecnica diversa da quella dell’affresco, perché quest’ultima non gli permetteva di modificare l’opera come stava facendo. Oggi la chiesa possiede uno dei dipinti più famosi del Rinascimento italiano e della storia dell’arte in generale.
Indirizzo: Piazza di Santa Maria delle Grazie, 20123 Milano

Pergmon UNESCO

Bergamo e le difese di Venezia

Il maestoso sistema difensivo bergamasco era in origine un progetto strategico commissionato dalla Repubblica di Venezia ai migliori professionisti, architetti e ingegneri militari dell’epoca, tra Cinquecento e Seicento. I bastioni veneziani lunghi 5,2 chilometri, divenuti patrimonio dell’UNESCO nel luglio 2017, ora circondano la città alta. Le mura erano originariamente utilizzate per difendere il terreno ma costituiscono ancora un sistema di fortificazione degli spazi sotterranei.
Indirizzo: Viale delle Mura, Bergamo

READ  Per sciare è obbligatorio un pass salutare!

Falcamonica

L’arte di Robester de Valcamonica

Con le pitture rupestri, il sito è stato il primo ad essere designato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità per l’Italia nel 1979. Sono state elencate più di 140.000 opere, ma nuove scoperte hanno gradualmente portato il numero totale a 300.000. Otto giardini sono aperti al pubblico per godersi le incisioni lungo la valle. Le diverse caratteristiche dei luoghi raccontano più di 12.000 anni di storia.
Indirizzo: 25043 Breno, Brescia

Bernina Ionesco Lombardi

Ferrovie retiche nei paesaggi dell’Albula e del Bernina

A cavallo tra Lombardia e Svizzera ci sono le ferrovie, riconosciute Patrimonio dell’Umanità nel 2008. 42 gallerie e gallerie, 144 ponti e cavalcavia lungo 61 km di ferrovie collegano l’Italia con la Svizzera. Due ferrovie che originariamente operavano per aprire le Alpi. Se le ferrovie sono così importanti nel patrimonio lombardo è dovuto alla modernità delle linee nel XX secolo ma anche alla bellezza architettonica e ambientale del luogo.
Indirizzo: 23037 Tirano, Sondrio

mantova

Mantova e Sabionetta

Affascinanti e ricchi di arte e storia, i due borghi sono dal 2008 Patrimonio dell’UNESCO. Queste due zone condividono il grande patrimonio tramandato loro dalla Casa dei Gonzaga, che ha contribuito a renderle centri del Rinascimento italiano ed europeo.
Indirizzo: Sabbioneta, 46018 Mantova

Monte San Giorgio UNESCO

Monte San Giorgio

Il Monte San Giorgio è una montagna boscosa situata a sud del Lago di Lugano tra Lombardia e Svizzera. Il valore del sito è storico, archeologico e scientifico. Iscritta nel 2010 come Patrimonio dell’UNESCO, le sue rocce sono ricche di fossili risalenti a circa 250 milioni di anni, alcuni dei quali perfettamente conservati.
Indirizzo: 6866 Brusino Arsizio, Svizzera

Siti Palafitiques UNESCO

Siti di tumuli preistorici intorno alle Alpi

I siti aggregati in Italia sono 19, di cui 10 in Lombardia. Le installazioni forniscono un quadro accurato e dettagliato delle prime comunità agricole della zona. Rappresentano immagini reali della vita quotidiana e delle pratiche agricole e animali del tempo. I siti lombardi costituiscono un patrimonio particolarmente ricco e fragile. Il riconoscimento da parte dell’UNESCO ha permesso di aumentare le misure di protezione.
Indirizzo: 21100 Varese

READ  L'obbligo della mascherina e l'ultimo coprifuoco regionale in Italia...
Lombardia UNESCO
Monastero di Santa Giulia a Brescia

I Longobardi in Italia, luoghi di forza

I vari siti lombardi sono stati inseriti nel Patrimonio dell’UNESCO nel 2011 al fine di tutelare il patrimonio storico e artistico dei monumenti realizzati sotto il controllo dei Longobardi nel Paese.
I castelli, le chiese ei monumenti sparsi tra le province di Udine e Foggia testimoniano l’influenza che questi abitanti germanici ebbero in Italia durante il Medioevo.
Indirizzo: Brescia 25100

Written By
More from Fiore Capone

DSDS 2022: Una citazione all’estero girata in Puglia (Italia)

in un DSDS 2022 C’è 4 episodi della convocazione internazionale DSDS. Il...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *