La F1 dà il bentornato al licenziato Flavio Briatore

Formula 1



Flavio Briatore
© 2008 LUCA BRUNO / AP IMMAGINI

L’iconico capitano della Benetton e della Renault F1 Michael Schumacher e Fernando Alonso, e l’ex preside della Spagna, Flavio Briatore, si stanno preparando a tornare in Formula 1 – in una posizione dirigenziale in questo sport.

Flavio Briatore è stato espulso dalla Formula 1 nel 2009 con un divieto pluriennale per il famigerato incidente di Singapore del 2008: l’italiano, insieme all’ingegnere capo della Renault F1 Pat Symonts, ha incaricato Nelson Piquet Jr. di colpire deliberatamente il muro del circo. dal porto asiatico.

In questo modo è stata organizzata la tempestiva uscita della safety car, in perfetto coordinamento con la strategia di Fernando Alonso, e sono stati in grado di “guidare” la vittoria dello spagnolo – che probabilmente non arriverà, viste le scarse prestazioni della vettura rispetto alla concorrenza .

È passato molto tempo da allora, l’incidente è stato dimenticato e il 71enne Briatore sembra essere stato nuovamente accolto a braccia aperte dalla Formula 1. Almeno questo si può vedere in un video postato su Instagram dell’italiano incontro con il connazionale e amministratore delegato della Formula Uno Stefano Domenicali.

Infatti, in questo video, lo stesso Briatore ha postato quanto segue: “Sta iniziando un nuovo capitolo nella Formula 1. Ti porteremo tutta l’eccitazione, il divertimento, l’intrattenimento e l’energia che questo fantastico sport merita”.

Domenicali ha confermato l’apparentemente in procinto di annunciare la collaborazione tra F1 e Flavio Briatore, affermando sullo sport che “buone notizie” arriveranno presto, ma l’ex direttore di corsa Ferrari non ha fornito ulteriori dettagli. .

READ  La NASA Mars rivela che il sito di atterraggio era un enorme lago, che potrebbe portare segni di vita aliena

Written By
More from Muhammad Lalia

202 Grammy Awards. Beyoncé, Taylor Swift e Billie Eilish, le grandi vincitrici della serata

Taylor Swift e Billie Eilish hanno vinto i primi premi al 63°...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *